10ago 2019
Cersaie 2019 - Cosa ci aspetta?
Mosaico+ e le nuove tessere per superfici personalizzate

Settembre è ormai alle porte e con lui le molte news dalle diverse fiere presto in scena da Milano a Bologna, alla Città del Giglio.

Ambito design, l'appuntamento immancabile per il settore arredo casa e superfici è certamente Cersaie dal 23 al 27 presso il Quartiere Fieristico di Bologna (1 - Foto edizione passata).

Eccellenti protagoniste di questa nuova edizione le grandi lastre (2 - 3): durante i 5 giorni, la Città della Posa riserverà, infatti, ai propri visitatori, dimostrazioni di posa in opera, attraverso i propri maestri piastrellisti, fornendo le informazioni utili a tutti gli interessati.

Da non mancare inoltre, la mostra tematica di Cersaie Famous Bathrooms dove il tema chiave sarà sulla libera interpretazione di ambienti bagno ispirati da personaggi che hanno fatto la storia: dai Beatles a Sigmund Freud, da Coco Chanel a Piet Mondrian, da Le Corbusier a Maria Callas. Il risultato? Ironico, divertente, dissacrante. E, naturalmente, tante le proposte da cui farsi ispirare.

Un piccolo assaggio della fiera bolognese che verrà... ma vediamo ora la preview dell'azienda di Casalgrande (RE) Mosaico+ che a Cersaie 2019 racconterà l'evoluzione del mosaico da mero elemento decorativo a linguaggio nuovo, fatto di texture raffinate e superfici personalizzate. Così con quattro inedite collezioni, studiate dall’art director Massimo Nadalini, il concetto di mosaico in senso classico va oltre la dimensione della tessera o lo spazio rigido della geometria per rinascere vero e proprio pattern, in una superficie senza soluzione di continuità (4 - 5). Assumendo forme, ampiezze e materiali diversi secondo le necessità di architetti e designer. Tra le novità da sottolineare la possibilità, inoltre, di poter utilizzare il mosaico anche a pavimento in quanto i nuovi materiali proposti saranno molto resistenti e calpestabili.

Il Mosaico elemento custom made, quindi, per un uso in architettura e nell'interior decoration più ampio e contemporaneo. 

 

 

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

In questi giorni caldi di agosto mi sono imbattuta in uno di quegli immensi Garden center che offrono soluzioni di ogni tipo per un giardinaggio prêt-à-porter. Veloce, spesso elementare: una sorta di giardinaggio "pigro" dove il nuovo giardiniere preferisce il colpo d'occhio, l'estetica, trapianti ossessivi a discapito di tempi, innesti, semina accurata, pazienza (1)...

Ma che ne è di ciò che mia madre mi ha sempre ripetuto? E cioè che mettere le mani nella terra crea una benefica dipendenza, tale da non poterne più fare a meno? (2...