25mar 2021
Casa e pandemia - Cosa è cambiato e come rivedere i propri spazi?
L'opinione della home stylist Viviana Grunert

Casa ed emergenza sanitaria, una combinazione ormai ricorrente per ovvi motivi dettati dallo tsunami Covid che ha stravolto la vita di tutti. Nel vivere il proprio spazio domestico, in particolare, il prima e il dopo è stato netto: il confinamento obbligato, sopratutto per chi relegato in spazi relativamente piccoli, ha rappresentato un disagio enorme. Al contrario, chi dispone di ampi ambienti, magari con uno sbocco esterno di proprietà, ha vissuto meglio la quarantena.

Ma perché non trasformare il veleno in medicina e trovare delle opportunità anche quando tutto appare "nero"? Preziosa, in tal senso, l'opinione di una figura femminile del settore casa, Viviana Grunert (1), home stylist e direttore del magazine Vivi A Fiori (2). 

"Se da una parte l’arrivo del Covid ha impattato in maniera negativa in alcuni ambiti della nostra esistenza, dall’altra sta offrendo grandi possibilità per rimettersi in gioco e rimodellare la propria vita, soprattutto in casa. Perché, allora, non cominciare a ripensarla, adattandola alle nuove esigenze, per renderla esattamente il posto ideale dove si vorrebbe essere? A partire dallo smart working”- dichiara la Grunert.

Ecco alcuni spunti suggeriti dalla home stylist per lavorare da casa (3 - Grasshopper Height-Adjustable Desk di Knoll) con razionalità e in totale comfort senza sentire la mancanza della postazione in azienda, ufficio o altro.

 

Luminosità

La stanza deve sempre essere ben illuminata e preferibilmente con luce naturale. È molto importante per il benessere psico-fisico.

Presenza di finestre

E' fondamentale mantenere il luogo di lavoro ben aerato l’importante è posizionarsi senza dare le spalle alla luce, soprattutto se si utilizza un pc, altrimenti si rischiano fastidiosi riflessi sullo schermo.

Uso di colori tenui e rilassanti

Perfetti per lavorare in un ambiente che aiuta la concentrazione e la serenità (4 - Smart working Labor di Myin).

Benessere

Da non sottovalutare la presenza di un piano di appoggio spazioso, una sedia ergonomica confortevole (5 - Scrittoio GAUSS di Bonaldo) e una lampada che permetta di svolgere il compito senza affaticare la vista, il tutto è necessario per agevolare il comfort, dato che si devono passare molte ore seduti davanti al computer. Avere degli spazi ben organizzati dove riporre le proprie cose, come ad esempio cassetti personali, dei porta documenti o un portapenne che ci piace molto, perfino un vaso con una pianta che allieti la vista e protegga dalle radiazioni elettromagnetiche. Tutti particolari che aiutano a svolgere il proprio lavoro al meglio e con organizzazione.

Una connessione internet valida

La chiave per lavorare o studiare con tranquillità senza innervosirsi per connessioni che saltano.

 

“Ci siamo adattati rapidamente ai nuovi cambiamenti ma le case, ancora, non sono riuscite a stare al passo. Quelli a venire saranno anni molto interessanti, sotto tutti i punti di vista. Designer e architetti di tutto il pianeta si sono mobilitati, così come il mondo dell’arte e della moda. Soluzioni ingegneristiche e materiali tecnologici permetteranno di ripensare arredi e design delle abitazioni per andare incontro a quelle che potrebbero essere le esigenze e le tendenze del futuro, producendo sicuramente soluzioni altamente innovative ed interessanti” - conclude Viviana Grunert.

1

2

3

4

5

Photo Credits

Photo 3 : Federico Cedrone

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Finalmente entriamo in quel periodo dell'anno che sa di Primavera. E per noi di FoodMoodMag a sbocciare è l'universo in rosa (1). Sì, perché continua con grande successo il nostro format Woman-Power che tratta di donne con la D maiuscola che si distinguono nel loro settore di riferimento. Dal food, all'arte, al design, all'agricoltura, passando per la politica o la letteratura. Protagonisti il talento, la determinazione, il coraggio e la r...