01dic 2016
Natale 2016? sì ma pet friendly
3 idee regalo per Bau e Miau

Nella lista dei regali di Natale ci sono anche amanti di cani e gatti? La redazione ha scelto per voi qualche idea da copiare. Per la felicità dei nostri amici a 4 zampe (in fondo anche loro hanno diritto a una sorpresa sotto l’albero) e non solo..

Fido sarà contento della nuova ciotola Milla (1), di forma circolare, con il bordo superiore inclinato per rendere l’approccio alla pappa più agile. Ben salda sul pavimento grazie ai piedini antiscivolo, presenta due ‘occhi’ affinché la presa sia ancora più smart. Friendly per il vostro cane, comoda per il padrone. Lavabile in lavastoviglie, si igienizza bene anche sotto il getto d’acqua del rubinetto proprio per il materiale - polipropilene per uso alimentare - di cui è fatta. (Ø 19×7 cm / 0,3 kg Ø 25×9 cm / 0,47 kg). Disponibile su foofdogandpeople.com. 

 

Il vostro pet vi sarò particolarmente grato nel ricevere questo morbido cuscino in fibra Super Softe. Molto cosy. Cushion (2) questo il nome dell’invitante imbottito, rivestito in lana della Nuova Zelanda prodotto da Magniflex per la linea Pet. Per sieste all’altezza delle aspettative. Disponibile in quattro misure: XS Larghezza 60 cm/Profondità 40 cm - S Larghezza 80 cm/Profondità 60 cm - M Larghezza 100 cm/Profondità 72 cm - L Larghezza 120 cm/Profondità 90 cm.

 

Il fortunato peloso della vostra amica non è mai meno elegante della sua padrona? ecco che Camon propone capi d’abbigliamento funzionali e, perché no, di stile. Come l’impermeabile (3) per le stagioni umide e piovose. Molti i modelli speciali, pensati per razze particolari come il carlino, il bassotto e il levriero. Facilmente lavabile in lavatrice, ha un versatile cappuccio in pile, staccabile secondo le necessità. Per cani metropolitani. E padroni esigenti.

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

“Navigavamo in un mare di latte”, così Luciano di Samosata, scrittore greco antico di origine siriana e narratore di fantascienza ante litteram immaginava una crociera fantasiosa ai confini delle realtà.

Oggi invece la situazione è ben diversa: navighiamo infatti e realmente in un mare di plastica (1). Ma da dove l’origine, dove la destinazione finale e quali infine gli eventuali rimedi? 

Immaginiamo quale sia il tragitto di un normale cotton fioc, dalle orecchie dopo la pulizia nel nostro habitat domestico: magari lo scarichiamo ...

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.