05dic 2016
igiene e salute per i nostri pet
bicarbonato di sodio, un alleato sicuro

Il vostro pet sonnecchia spesso e volentieri sugli imbottiti di casa (1)? Cercate un'alternativa per un'adeguata pulizia degli ambienti? Ecco che il bicarbonato di sodio (2) rappresenta una risposta interessante. Grande alleato contro le pulci, è un complice prezioso per i nostri amici a 4 zampe. Utile per prevenire la comparsa degli sgradevoli parassiti, infatti, è sufficiente distribuirlo sui tessuti che sono normalmente a contatto diretto con i nostri animali domestici. Dai cuscini, alle ceste o pouf, fino alla tracolla multiuso (3 - Duffle bag - PIJAMA). Naturalmente, è opportuno farlo con regolarità. E se vi infastidisce il classico odore di “cane bagnato” (4), versate in un ampio recipiente due o tre cucchiai di bicarbonato ogni litro d’acqua. Lavateci il vostro Fido e asciugatelo. 

Ma come ben spiega il libro "Domestic Planner" di Titti e Flavia (5) edito da Vallardi 2016, il bicarbonato è efficace anche per le normali pulizie domestiche, dalla manutenzione della lavastoviglie alla pulizia di marmo e granito. Fino, naturalmente ai tappeti. Usato tra le pareti di casa non si corrono rischi tossici per l’animale che vi abita, contrariamente a quanto potrebbe accadere con prodotti chimici “classici”.

Grande neutralizzatore di odore, quindi, questa polvere magica, è anche perfetta per la lettiera del micio. Distribuita “a tappeto” sul fondo della toilette e poi ricoperta con il materiale sassoso funge, infatti, da potente calmierante di olezzi non propio graditi. E se il micio fa pipì sulla poltrona del living? Niente panico. Sempre l'"amico" bicarbonato può essere una soluzione intelligente. Basta umidificare con un po’ di aceto di vino bianco la zona “incriminata” e poi spolverizzarla copiosamente con la polvere bianca. Lasciate agire per almeno 24 H. Una volta asciutto, pulite con l’aspirapolvere.   

Semplice, eco friendly e conveniente.

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Devo confessare che l'ultima riunione di redazione per discutere su argomenti utili, anche e soprattutto, per il prossimo editoriale, è stata come pervasa, almeno in principio, da un mood vagamente annoiato. Sì, avete capito bene… il tema era il Natale che verrà (1). Ed ecco quindi i soggetti che uscivano dal brain storming fiorentino: "Il piacere di donare e di ricevere", "Dare come parola talismano, che fa crescere", "Natale anniversario del cuore, il momento per recuperare dal solaio le statuine per il Presepe", "Albero si o albero no", "I mercatini di Natale più belli d...

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.