22ott 2017
Toscana cosa vedere: a Siena Ambrogio Lorenzetti in mostra
la pittura del trecento senese si svela a un pubblico internazionale

A Siena, presso il Santa Maria della Scala, dal 22 ottobre 2017 al 21 gennaio 2018, la grande e straordinaria mostra su "Ambrogio Lorenzetti" maestro della scuola senese del Trecento e fratello minore di Pietro Lorenzetti (1 - Professione pubblica di San Ludovico di Tolosa - particolare - 1334/1340 Affresco staccato). Stupendo pittore e raffinato intellettuale Lorenzetti, con la sua opera apre una "riflessione monografica sui grandi artisti del passato" - ha affermato, in conferenza stampa (2), il direttore del Santa Maria Daniele Pittèri. Ma nonostante sia considerato uno degli artisti più importanti dell’Europa trecentesca, è ancora poco noto al pubblico per quel che concerne l’insieme della sua produzione. Gli studi - spesso di livello altissimo - si sono concentrati, infatti, quasi esclusivamente sui suoi affreschi del Palazzo Pubblico di Siena, le Allegorie e gli Effetti del Buono e del Cattivo Governo in città e nel suo contado, manifesti cruciali dell’etica politica delle città-stato italiane nella tarda età comunale e in specie del governo senese dei Nove. Si pensi, inoltre, che su Ambrogio Lorenzetti non esiste nemmeno una moderna e affidabile monografia scientifica. La mostra (3 - 4), preceduta da un’intensa attività di ricerca e dalle importanti campagne di restauro, rappresenta dunque l’occasione per provare a ricostruire la sua straordinaria attività. Una tale iniziativa è possibile soltanto nella città di Siena, che conserva all’incirca il settanta per cento delle opere oggi conosciute del pittore. La magnifica esposizione (5 - 6) rappresenta in realtà il culmine di un progetto che viene da lontano, scandito “in più tappe”, avviato nel 2015 con l'iniziativa Dentro il restauro e mirato ad una profonda conoscenza dell'attività dell'artista, ad una migliore conservazione delle sue opere e a favorirne l'avvicinamento da parte del pubblico. Grazie a una serie di richieste di prestito molto mirate - sono esposte, tra le altre, opere provenienti dal  Musée du Louvre, dalla National Gallery di Londra, dalle Gallerie degli Uffizi, dai Musei Vaticani,dallo Städel Museum di Francoforte, dalla Yale University Art Gallery - ambisce a reintegrare pressoché interamente la vicenda artistica dell'artista, facendo nuovamente convergere a Siena dei dipinti che in larghissima parte furono prodotti proprio per cittadini senesi e per chiese della città.

Un importante lavoro corale e metodologico, dove gruppi afferenti a istituzioni diverse (Comune, Università, Soprintendenza), hanno contribuito in parallelo, rilanciando un livello di collaborazione istituzionale che è fondamentale per gestire grandi progetti. L’esposizione, promossa e finanziata dal Comune di Siena, gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, del patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Toscana, può essere considerata tra le più importanti organizzate quest’anno in Italia.
Il percorso espositivo della mostra è arricchito inoltre dalla presenza di un’audioguida in più lingue e da alcuni interventi videofilmati, sia di taglio informativo che di taglio suggestivo/narrativo.
La mostra è curata da Alessandro Bagnoli, Roberto Bartalini e Max Seidel, curatori anche del corposo volume che accompagna l’esposizione, mentre l'allestimento è progettato dallo studio Guicciardini & Magni Architetti.

 

TITOLO

Ambrogio Lorenzetti

 

SEDE ESPOSITIVA

Siena, complesso museale Santa Maria della Scala

 

PERIODO DELLA MOSTRA

22 ottobre 2017 - 21 gennaio 2018


CATALOGO Silvana Editoriale

 

ORARI Lunedi, Mercoledì e Giovedì dalle 10.00 alle 17.00 (ultimo ingresso 16,30) Venerdì dalle ore 10.00-19.00 (ultimo ingresso ore 18,30) Sabato e Domenica dalle ore 10.00 alle 20.00 (ultimo ingresso ore 19,30) Lunedì 30, Martedì 31 ottobre e Mercoledì 1 novembre la mostra e il Museo saranno aperti dalle 10.00 alle 19.00 (ultimo ingresso ore 18,30) Martedì giorno di chiusura del museo e della mostra ad eccezione dei giorni 31 ottobre, 26 dicembre e 2 gennaio. 25 Dicembre chiusura del museo e della mostra. Dal 23 dicembre al 6 Gennaio la mostra e il Museo saranno aperti tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00 da Lunedì al Venerdì e dalle 10.00 alle 20.00 il Sabato e la Domenica. Ultimo accesso 30 minuti prima della chiusura.

 

BIGLIETTI Ingresso alla mostra: -Intero 9 euro -Ridotto 7 euro ragazzi dai 12 ai 18 anni, over 65, studenti, militari e categorie convenzionate -Gratuito minori di anni 12, accompagnatori portatori handicap, giornalisti e accompagnatori gruppo -Gruppi 5 euro (minimo 15 persone) Cumulativi: -Mostra + Santa Maria della Scala Intero 14 euro -Mostra ridotto + Santa Maria della Scala 12 euro -Mostra + Museo Civico 14 euro -Mostra + Santa Maria della Scala+ Museo Civico 20 euro -Mostra + Acropoli pass (Duomo di Siena + Santa Maria della Scala) 25 euro dal 22 ottobre al 31 ottobre e dal 26 dicembre al 6 gennaio

 

 

Indirizzo : Piazza del Duomo, 1 siena
Telefono : 0577534504

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Devo confessare che l'ultima riunione di redazione per discutere su argomenti utili, anche e soprattutto, per il prossimo editoriale, è stata come pervasa, almeno in principio, da un mood vagamente annoiato. Sì, avete capito bene… il tema era il Natale che verrà (1). Ed ecco quindi i soggetti che uscivano dal brain storming fiorentino: "Il piacere di donare e di ricevere", "Dare come parola talismano, che fa crescere", "Natale anniversario del cuore, il momento per recuperare dal solaio le statuine per il Presepe", "Albero si o albero no", "I mercatini di Natale più belli d...

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.