17ott 2017
Le 10 "paradossali" (e orribili) copertine del catalogo ikea
contro indefessi ladruncoli della carta stampata

Personalmente è tanto che lotto contro i ladri di riviste (1). Sì, avete capito bene, sto parlando dei settimanali o mensili cartacei, che per alcuni e pochi nostalgici della carta patinata come la sottoscritta, arrivano (così dovrebbe) nella buca delle lettere condominiale. Ma, purtroppo non sempre accade. Che si tratti della Cucina Italiana o di Casa Facile in abbonamento, ci sono periodi che su 12 numeri, più o meno la metà, spariscono misteriosamente. Ecco allora che scatta la caccia - spesso vana - al malandrino/a editoriali. Appostamenti, velate interrogazioni al postino nel caso avesse fiutato qualcosa o qualcuno, sarà forse la signora così bon ton del quarto piano?... una quête senza fine. E esito (da notare che vivo in una zona centralissima di Firenze).
Ma quello che mi lascia del tutto basita sono il ladri di Ikea! o meglio del mitico e, pare, tanto bramato, catalogo. Un catalogo che per molti italiani non è più solo un'esposizione su pagina del mondo décor della multinazionale svedese, ma un vero e proprio oggetto del desiderio. Tutti lo aspettano, lo vogliono e, spesso, lo rubano agli altri (credeteci o no, ho scoperto di insospettabili condomini che ne fanno incetta per la casa in città, in campagna, per la figlia che vive a Londra ecc…).

È così che Ikea insieme al Gruppo DDB Italia ha pensato a The Changing Catalogue: la campagna che cambia volto al catalogo 2018 per proteggerlo da vicini, amici, familiari e colleghi dalle mani lunghe. Come? Disegnando una collezione di 10 improbabili copertine (2) pensata per trasformare il catalogo in una rivista che nessuno ruberebbe mai. Oltre al design delle copertine (3), l’agenzia ha realizzato un video di lancio (4) perfettamente in linea con il tono ironico e surreale dell’intero progetto, prodotto da Withstand Film e diretto dai BOM.
Le "strategiche" copertine sono state distribuite in occasione dei recenti eventi di lancio del nuovo catalogo in tutti gli store de brand.

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Devo confessare che l'ultima riunione di redazione per discutere su argomenti utili, anche e soprattutto, per il prossimo editoriale, è stata come pervasa, almeno in principio, da un mood vagamente annoiato. Sì, avete capito bene… il tema era il Natale che verrà (1). Ed ecco quindi i soggetti che uscivano dal brain storming fiorentino: "Il piacere di donare e di ricevere", "Dare come parola talismano, che fa crescere", "Natale anniversario del cuore, il momento per recuperare dal solaio le statuine per il Presepe", "Albero si o albero no", "I mercatini di Natale più belli d...

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.