08dic 2017
A Firenze si formano i giovani talenti in musica
alla FONDAZIONE ZEFFIRELLI iniziano i concerti e le attività didattiche

Al via l’attività concertistica del Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo “Franco Zeffirelli” di Firenze (Cias). Da 2 giorni, infatti, in scena ufficialmente “I concerti di San Firenze” che vedono impegnati, giovani talenti (1) di grande spessore come, a febbraio, l’ensemble formato dagli allievi del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze. Da annotare, inoltre, il concerto del 19 gennaio (ore 21) - realizzato grazie alla collaborazione dell’Associazione Musica con le ali - che vedrà esibirsi la giovanissima violoncellista Erica Piccotti (2), allieva di Antonio Meneses e vincitrice di importanti premi internazionali, in duo con il noto pianista Itamar Golan (3). Un’esclusiva per il Centro Internazionale Franco Zeffirelli.
Dal prossimo 5 febbraio, invece, inizia anche l’attività didattica del Cias con il corso di alta formazione in progettazione di scenografia teatrale tenuto dal Maestro Carlo Savi; "Un corso che ben si identifica nello spirito di Franco Zeffirelli” - così ha dichiarato Carlo Savi durante la conferenza stampa di presentazione. 360 ore con lezioni di composizione scenografica ma anche dei supporti fondamentali per sviluppare la progettazione scenica, quindi l’arredo scenico, l’attrezzatura, la storia dell’arte e quella decorativa. Sempre Savi ha ricordato - “L'importanza, per Zeffirelli, dell'abilità nel disegno, utile per meglio progettare una qualsiasi opera in scena, pratica oggi sempre più in disuso”.
 Ore di lezione così suddivise: 

  • Carlo Savi: Il mestiere dello scenografo. Laboratorio di scenografia e 
scenotecnica: i lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle 9.30 alle 13.30.
  • Carlo Centolavigna: Oggetti per la scena. Progettazione e realizzazione dei complementi per la scenografia: i lunedì dalle 15 alle 17 e i mercoledì 
dalle 9.30 alle 13.30. 

  • Maria Alberti: Storia del teatro, della scenografia e del costume: i venerdì dalle 15 alle 17 + una visita alla scoperta dei luoghi dello spettacolo a Firenze una volta o due volte al mese: sabato dalle 10.30 alle 13.30.

 Per ulteriori informazioni collegarsi a questo link.

Una nota di merito, inoltre, per le lezioni del corso di recitazione per cantanti lirici tenuto da Luigi Di Fiore - attore e regista attivo in ambito cinematografico, teatrale e televisivo - che avranno luogo in tarda primavera. L’attività didattica, sarà rivolta ai giovani cantanti lirici che desiderino affinare l'arte della recitazione teatrale ed avere nuovi stimoli che possano compendiare la rigida, a volte, schematicità imposta loro dallo studio approfondito delle tecniche del bel canto. "Il mio contributo consiste nel trasmettere ai cantanti gli strumenti per meglio trovare la dimensione psichica dei personaggi che interpretano" - ha spiegato Di Fiore. Il corso ha la durata di un mese. Inizio del corso: 4 giugno 2018. Ore di lezione così suddivise:

  • Luigi Di Fiore: Laboratorio di arte scenica, dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13.30.
  • Maria Alberti: Storia dell’Opera italiana, una conferenza lezione lunedì 4 giugno e una a termine del corso, venerdì 29 giugno + una visita Ai luoghi del Recitar cantando.
  • Per ulteriori informazioni collegarsi a questo link.

Allo studio, inoltre, un programma di attività per le scuole secondarie fiorentine e della città metropolitana, per diffondere la cultura teatrale fra le giovani generazioni.

Per il cartellone completo delle iniziative vedere qui:

Telefono : 055281038

1

2

3

Photo Credits

Photo 1 : Michele Borzoni
Photo 2 : Laure Jacquemin

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Verde, colore della speranza, della vitalità, dell’io, della fertilità e naturalmente della natura (1).
In attesa dell’estate, complice la rinnovata voglia di stare più tempo all’aperto, godendosi il tiepido sole durante i weekend, questo colore che infonde gioia e benessere, alimenta la nostra energia fisica e mentale. Indoor e outdoor, nell’architettura (2) ma anche verde urbano, in centro come in periferia, all’insegna, perché no, di un’ecologia sociale. In tutte le sue declinazioni e sfumature, stimola il desiderio di mettere alla prova il nost...

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.