09set 2018
Bollitore o accessorio glamour?
Il nuovo must have per tè addicted esigenti

Ti aspetto da me per una tazza di tè… Da ora in poi invitare un’amica per quattro chiacchiere sorseggiando a cup of tea, diventa un gesto chic, glamour e contemporaneo.
In redazione ci siamo innamorati di questo oggetto elegante, che ricorda a tutti gli effetti una borsa, ma che in realtà è un bollitore a dir poco sorprendente nato dalla penna del duo Innocenzo Rifino e Lorenzo Ruggieri per l’azienda bresciana Bugatti (1).
Stiloso, Jacqueline (come poteva chiamarsi altrimenti?) è un vero e proprio mix di design e innovazione (2), al femminile. Il mood? quello sofisticato del mondo della moda, ca vas sans dire
Vediamolo nel dettaglio…
Uno speciale display permette di avere sotto controllo ogni aspetto dell’infusione, dal livello dell’acqua alla temperatura e quando è in funzione la sua base diventa luminosa.
Il pomolo, che decora Jacqueline come un gioiello, permette di regolare la temperatura fino al grado di riscaldamento desiderato (da 40 a 100°C/da 104° F a 212° F) garantendo l’infusione perfetta delle diverse e migliori miscele di tè e di impostare la funzione Keep Warm, che mantiene l’acqua alla temperatura prestabilita fino a un'ora.
Il corpo è realizzato in acciaio inox 18/10 e la maniglia in PCT Tritan richiama uno zampillo d’acqua, disponibile nella versione trasparente o smokey.
Jacqueline è anche Smart e può essere programmato con lo smartphone utilizzando l’app Bugatti B Chef (disponibile per iOS e Android), attraverso la connessione bluetooth. Si può, inoltre, regolare la funzione Keep Warm a seconda delle esigenze (fino a tre ore) e attivare la funzione Baby Food Water: l'acqua viene portata ad ebollizione e poi raggiunge la temperatura stabilita per il biberon.
E per chi vuole proprio il massimo… esiste la versione in pelle nera o bianca.

1

2

SPUNTI DI VISTA

EDITO

State leggendo queste righe? ebbene sì, l’estate sta per essere archiviata e siamo pronti a riprendere le nostre attività quotidiane. Chi, come nulla fosse, vive questo passaggio in tutta armonia e scioltezza, chi invece soffre di irritabilità, stanchezza, insonnia, in una parola è vittima della sindrome da “rientro”.
Nulla di grave certo, e neppure di irrimediabile ma una ripresa graduale può alleviare il malessere diffuso dei più sensibili. Come? A settembre, almeno fino all’equinozio d’autunno (il 22), le giornate sono ancora lunghe e tutte da inventar...

 

 

SIAL bann it 728x90 distribuzione moderna 002


FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.