07ott 2017
VANESSA INCONTRADA DISEGNA ELENA MIRO'
A MILANO IL NUOVO STORE

Eleganza, comodità, spontaneità, restando sempre al passo con le tendenze? Il marchio Elena Mirò, presente in 28 paesi, che conta ben trentadue anni di storia all'interno del segmento curvy, è anche questo. Con le sue linee dai tagli morbidi ma estremamente trendy è riuscita nel tempo a conquistare la fiducia di un'ampia fascia d'età. La donna Mirò è la ragazza che decide di vestire con eleganza e raffinatezza anche in ufficio; è la madre che accompagna i propri figli a scuola, o ancora la moglie che con amore si dedica alla propria famiglia e che ama sentirsi a proprio agio con ciò che indossa. Il brand rappresenta pienamente la donna italiana mettendola al centro della propria mission, ne esalta la femminilità e le curve del corpo adattandosi ad esso in modo naturale e mai banale. E proprio in questi giorni si è da poco aperto un nuovo importante capitolo all'interno della storia dell'azienda: l'inaugurazione del nuovo flagship store in Piazza della Scala a Milano accompagnato dalla sfilata della capsule collection Fall/Winter 2017 “Vanessa Incontrada disegna Elena Mirò”. “Sono felice, orgogliosa di rappresentare questo modo autentico, reale, di interpretare ed esaltare la femminilità. Dopo due anni di collaborazione con Elena Mirò si è sviluppato un grande affiatamento nel lavoro di team con gli stilisti e modellisti. E' incredibile come dall'atelier si possano disegnare, creare e modellare capi ideali per una donna che lavora, che pensa alla famiglia ma che ama sentirsi bene in qualunque momento della giornata. E' bello poter indossare capi che possano valorizzare al meglio le donne, senza mai dimenticare il lato sensuale. Questa collezione mi rappresenta al cento per cento”-afferma l'attrice e testimonial del marchio. La capsule disegnata dall'Incontrada (2) rappresenta un modo di vestire contemporaneo, uno stile con una sua personalità, ma misurato, senza eccessi, valorizzato attraverso la minuziosa attenzione ai dettagli. I tessuti d'ispirazione british, che storicamente affondano le loro fondamenta nel guardaroba maschile, è uno dei temi principali della collezione. Il cappotto in principe di Galles (4) si destruttura sino a diventare quasi un maxi cardigan con alti spacchi, così come la giacca con collo smoking. La tendenza di stagione, il poncho (3), da indossare sopra i capispalla per arricchire i nostri outfit diventa il must have di stagione così come la maglieria in cashemire che si sposa ad eleganti e sensuali accenni di lingerie (5). La stoffa acquista un ruolo cardine donando morbidezza al pantalone o all'abito attraverso l'impiego del velluto (6), che scivolo sul corpo di chi lo indossa.

L'azienda Mirò si conferma essere un brand dal carattere strong, sempre attuale che, dal lontano millenovecentottantacinque continua a vestire la donna italiana.

Una firma di successo, una conferma.  

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Devo confessare che l'ultima riunione di redazione per discutere su argomenti utili, anche e soprattutto, per il prossimo editoriale, è stata come pervasa, almeno in principio, da un mood vagamente annoiato. Sì, avete capito bene… il tema era il Natale che verrà (1). Ed ecco quindi i soggetti che uscivano dal brain storming fiorentino: "Il piacere di donare e di ricevere", "Dare come parola talismano, che fa crescere", "Natale anniversario del cuore, il momento per recuperare dal solaio le statuine per il Presepe", "Albero si o albero no", "I mercatini di Natale più belli d...

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.