11gen 2018
Pitti Uomo 93 - Cuoio di Toscana al Teatro Odeon con Patty Pravo
Insieme alle coreografie di Opus Ballet ispirate al film “Cinque”

A Pitti Immagine 93 torna Cuoio di Toscana (1), consorzio leader nella produzione di cuoio da suola (con quote di mercato pari al 98% di quello italiano e oltre l'80% di quello europeo), con un nuovo progetto a sostegno dell'alto artigianato italiano. Una capsule collection di calzature firmate da Mario Bemer Firenze che sarà presentata questa sera al Teatro Odeon davanti a un pubblico esclusivo. Le scarpe sono totalmente personalizzabili grazie al configuratore virtuale, sviluppato dal marchio Bemer, che permette oltre 8mila combinazioni per rendere la calzatura unica secondo i propri gusti, scegliendo tra modelli, materiali, cuciture e colori. Le dieci creazioni, ideate in esclusiva per Cuoio di Toscana, saranno svelate al termine della serata di gala, con la possibilità di sperimentare in prima persona il configuratore, un avanzato software in grado di regalare l'emozione unica di veder apparire davanti ai propri occhi la scarpa così come la si desidera.
Ad aprire la serata saranno un cocktail in galleria e la proiezione del cortometraggio CINQUE, fashion movie per la regia di To Guys e ideato da Michele Pecchioli di Aria Adv, presentato lo scorso ottobre alla 12/a Festa del Cinema di Roma e dedicato ai diversi mondi artigianali del Made in Italy, interpretati come cinque luoghi della mente e del saper fare. Nel cast figurano Caterina Murino (2), brand ambassador per Cuoio di Toscana, lo chef Simone Rugiati, l’artista Francesco Tristano, i maestri della scarpa su misura Mario Bemer e Mattia Capezzani, l’attore Alessio Sardelli, il presidente di Assomoda Giulio Di Sabato e la giovanissima Kendra Finlay, oltre ai ballerini dell’Opus Ballet, compagnia diretta da Rosanna Brocanello.
Le coreografie del corpo di ballo faranno da scenografia alla cena, a sedere, nella platea dell’Odeon allestito per l’occasione da un’apposita regia luci, dando vita a cinque quadri viventi, ispirati ai cinque contesti evocati dal film. Il cortometraggio prodotto da Cuoio di Toscana, infatti, è una celebrazione delle eccellenze italiane, un viaggio onirico che si snoda tra le botteghe artigiane, le lame dei barbieri e i fuochi della cucina, fino ai parchi naturali italiani, frutto di artigianalità e rispetto per l’ambiente.
Special Guest dell’evento Patty Pravo (3), diva per eccellenza della musica italiana, icona di stile e eleganza, sulle scene da oltre 50 anni, che si esibirà con la sua voce unica e memorabile.
“Siamo molto orgogliosi che sia Patty Pravo, una donna e un’artista che rappresenta l’Italia nel mondo, la protagonista della nostra serata" - ha affermato il presidente di Cuoio di Toscana Antonio Quirici (4) - "Pravo ha dato tanto alla musica e alla moda, e ci sembra la persona giusta per un evento Pitti, vetrina internazionale e salone dedicata alle nuove tendenze del lifestyle”.

Il marchio Mario Bemer Firenze è da poco stato inserito nel libro "The Italian Gentleman" di Hugo Jacomet, con le foto di Lyle Roblin, edito da Thames & Hudson, che propone il meglio di designer, sarti, stilisti e artigiani che per generazioni hanno definito la nozione stessa di stile italiano. Nel libro sono citati nomi importanti del Made in Italy (oltre alla Mario Bemer Firenze), ovvero Zegna, Berluti, Maison Corthay, Paolo Scafora, Norman Vilalta, Sartoria Dalcuore e alcuni esponenti del mondo sartoriale napoletano.
Il brand, dopo Pitti, volerà a febbraio in Florida e a New York, a aprile a Londra per la sfilata dei marchi più importanti della calzatura classica da uomo, e a maggio a Singapore. Tra i prossimi progetti, “Presenteremo una linea fresca, con colori e materiali innovativi, mantenendo però la costruzione evergreen e lo stile classico che da sempre ci contraddistingue, e due linee di sneakers, di cui una runner”.

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Verde, colore della speranza, della vitalità, dell’io, della fertilità e naturalmente della natura (1).
In attesa dell’estate, complice la rinnovata voglia di stare più tempo all’aperto, godendosi il tiepido sole durante i weekend, questo colore che infonde gioia e benessere, alimenta la nostra energia fisica e mentale. Indoor e outdoor, nell’architettura (2) ma anche verde urbano, in centro come in periferia, all’insegna, perché no, di un’ecologia sociale. In tutte le sue declinazioni e sfumature, stimola il desiderio di mettere alla prova il nost...

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.