12gen 2018
Pitti Uomo 93 - Colazione da Pineider
le nuove collezioni orientate al futuro

Vi ricordate il fruscio delle raffinate carte personalizzate, le eleganti partecipazioni, il morbido segno lasciato dalle romantiche stilografiche? E che dire delle cartelle? la loro morbida pelle dava una strana sensazione di classe, memoria e affidabilità. Parlo beninteso delle carte, le stilografiche e le cartelle Pineider (1) che da oltre duecento anni rappresentano a Firenze la qualità e il prestigio (2), la solidità della tradizione e l'importanza dello stare al passo con i tempi.

Per seguire questa scia di contemporaneità, Pineider rinnova e amplia le sue collezioni proponendo nuovi modelli che rispondo alle esigenze dell'uomo moderno, mantenendo inalterato lo stile che caratterizza il brand, fatto di eccellenze artigianali, ricerca estetica e raffinatezza.

L'apertura, negli ultimi mesi, di nuovi spazi come quello di Harrods a Londra e l'inserimento dei prodotti Pineider in store ricercati come Raw e la Rinascente a Milano, Bergdorf Goodman a New York, Isetan a Singapore e Shin Kong Salace a Pechino, sono importanti marcatori del successo aziendale.

Pitti Uomo 93 rappresenta un'occasione per presentare tutte le nuove linee, ponendo l'accento sulla pelletteria maschile, con particolare attenzione a tutti coloro che si muovono e lavorano con ritmi contemporanei, ma con gusto e scelte di eleganza nel comfort.

Parafrasando il famoso film con Audrey Hepburn, nella Boutique Pineider di Piazza Rucellai a Firenze, mercoledì 11 gennaio, è stata offerta una "Colazione da Pineider" (3 - 4).

Seguendo il tema della manifestazione, che quest'anno è dedicata al cinema, l'evento è stato accompagnato da una rivisitazione di musiche da film, suonate dal pianista e compositore Cesare Picco (5).

E come al cinema, davanti agli oggetti mitici sugli scaffali e negli espositori, un pubblico incantato ha potuto osservare accanto ai classici, le ultime novità: l'Essential, un sottobraccio che in dimensioni ridotte (25x33cm) può contenere un laptop, un tablet, il cellulare e altri accessori tra cui, ovviamente, carta e penna, e la Covertibile, di gusto vagamente retrò, che da cartella di lavoro si trasforma in borsa a tracolla e poi in zaino.

Ancora una volta, il marchio Pineider si dimostra un'eccellenza fiorentina e italiana legata al rinnovamento della tradizione, nel segno del gusto.

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Verde, colore della speranza, della vitalità, dell’io, della fertilità e naturalmente della natura (1).
In attesa dell’estate, complice la rinnovata voglia di stare più tempo all’aperto, godendosi il tiepido sole durante i weekend, questo colore che infonde gioia e benessere, alimenta la nostra energia fisica e mentale. Indoor e outdoor, nell’architettura (2) ma anche verde urbano, in centro come in periferia, all’insegna, perché no, di un’ecologia sociale. In tutte le sue declinazioni e sfumature, stimola il desiderio di mettere alla prova il nost...

 casadewlpane

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.