Sardegna a settembre
Torna Note di Vino 2017 a Samassi

Organizzato dalla Proloco di Samassi (Cagliari) e con la preziosa collaborazione del sommelier Fisar Willy Pusceddu, conosciuto nel settore per il garbo e la competenza con cui porge le informazioni di carattere enoico, Note di Vino si distingue dalle tante degustazioni (1 - 2) proposte in questa estate afosa per lo spirito.

Il sommelier (3)infatti, precisa che: “Non si tratta di un wine festival, ma un evento eno-culturale, una wine experience, con lo scopo di promuovere e valorizzare le eccellenze vitivinicole del nostro panorama isolano, partendo proprio dal territorio o subregione; come sai abbiamo una grande ricchezza e diversità territoriale. Faremo le degustazioni partendo dalle tradizioni e dagli usi-costumi di quel determinato territorio, arrivando alle storie che si celano dietro ogni bottiglia o alla storia della cantina stessa, attraverso i racconti degli uomini coinvolti in questo legame, ecco che il vino viene visto come "una cartolina di quel territorio". Ogni anno selezioniamo 5 cantine, che siano espressione di questo concetto, che abbiano qualcosa da dire e raccontare, che siano icone di qualità e rispetto della natura, quindi non esaminiamo solo il vino ma anche la filosofia ad esso connesso e gli uomini, senza trascurare quel rapporto uomo e natura”.

Un’ultima domanda al sommelier riguarda le cinque cantine scelte per l’evento: 

“Le cantine scelte quest’anno sono: la Cantina Lilliu, situata a Ussaramanna, nella zona storica della Marmilla, conosciuta sin dall’epoca romana per la sua feracità. Qui Pietro e Roberta hanno una filosofia e cura del territorio che li circonda davvero esemplare, che si rispecchia nei prodotti. 

Nel territorio antichissimo e variopinto del Sulcis-Iglesiente, nella piana del Cixerri, nei pressi di Iglesias, in località Su Merti, troviamo la Cantina Aru, dove con grande tenacia e passione Mario Aru vanta una consolidata tradizione vitivinicola, che esprime nei propri vini. 

Ci spostiamo al nord e nella zona storica della Baronia, nella valle del fresco fiume Cedrino, ai piedi del monte troviamo nel comune di Galtellì, la Cantina Mastio, grande realtà e grande passione della famiglia Mastio portata avanti dal 1974 con orgoglio e rispetto della natura e della vite.  Entriamo poi del Territorio del Parteolla, nome che conduce subito ad una grande e antica tradizione vitivinicola, territorio variegato tra uliveti e vitigni spicca la fragrante macchia mediterranea, siamo nel comune di Donori dove troviamo la Cantina Sa Defenza, dei fratelli Pietro, Paolo e Anna Marchi, con la pratica dell'agricoltura sinergica uniscono innovazione e tradizione. Rimaniamo nel Parteolla e ci spostiamo nel comune di Serdiana, un'altra bella realtà, la Cantina Audarya, da una tradizione lunga un secolo, Enrico Pala e i suoi figli Salvatore e Nicoletta coniugano un perfetto mix tra tradizione e innovazione”.

La serata prevede una chiacchierata "sorseggiando con le cantine" dove verranno presentate con la collaborazione dei Sommelier Fisar (delegazione del Medio Campidano) che guideranno degustazioni e il servizio e infine la partecipazione dello chef Alberto Sanna che si occuperà dell'area food, con uno street food d’autore e a chilometro zero. 

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Pronti, partenza, via!…. Il piacere tutto particolare di fare le valigie, le chiavi di casa lasciate al vicino, l'auto carica fino a non vedere dallo specchietto retrovisore, i bambini che dormono sul sedile posteriore dell'auto, questo e altro è sinonimo di vacanze estive. La partenza, le prime code, il mare che finalmente si percepisce, il primo bagno, la prima uscita in barca, gli amici che arrivano, altri che vanno, la puntura della medusa che fa un male terribile, le cicale quasi assordanti. E poi il tempo per sé (1), quello della lentezza che - dopo un anno di corse sfrenate -...

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.