30nov 2017
ll cibo che verrà: se ne parla oggi al Festival della Scienza di Oristano

Insetti, alghe, carne sintetica ma anche legumi, preparati in modo ingegnoso e pietanze prodotte con le tecniche della cucina scientifica. Potrebbe essere il menu di ciò che mangeremo nel 2050. Del cibo che verrà, con uno slancio di immaginazione, ma sempre con i dati scientifici sottomano, se ne parla oggi al Festival della Scienza di Oristano, nella splendida cornice del Chiostro del Carmine, nel main event organizzato dal Consorzio Uno dell’Università

Il titolo della conferenza Scienza Futura in cucina: tecnologia e sostenibilità per l'alimentazione del 2050 sarà discusso da alcuni esperti di chimica, tecnologie alimentari, alta cucina, antropologia dell’alimentazione e specialisti nello scovare sofisticazioni e contraffazioni alimentari. 

Interverranno infatti Andrea Rinaldi (Università di Cagliari), Luigi Montanari (Università di Sassari), Andrea Mameli, giornalista scientifico (Crs4), il maggiore Davide Colajanni dei NAS di Cagliari, lo chef stellato Stefano Deidda (Fork, Il Corsaro), Giulia Maffei di Entonote. Coordina la conferenza spettacolo l’antropologa e blogger Alessandra Guigoni (Ied di Cagliari). 

Seguirà un cooking show (2)  tema condotto da Gabriella Pisu e Cristian Scanu, tecnologi alimentari; Entonote, tra le prime imprese culturali in Italia ad essersi occupata di entomofagia, con sede a Milano, proporrà dei biscotti a base di farina di insetto. 

Collaborano all’evento anche gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Oristano

1

2

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Verde, colore della speranza, della vitalità, dell’io, della fertilità e naturalmente della natura (1).
In attesa dell’estate, complice la rinnovata voglia di stare più tempo all’aperto, godendosi il tiepido sole durante i weekend, questo colore che infonde gioia e benessere, alimenta la nostra energia fisica e mentale. Indoor e outdoor, nell’architettura (2) ma anche verde urbano, in centro come in periferia, all’insegna, perché no, di un’ecologia sociale. In tutte le sue declinazioni e sfumature, stimola il desiderio di mettere alla prova il nost...

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.