16ott 2018
Le 10 regole anti spreco, a casa o al ristorante
Coldiretti in prima linea sul fronte no waste

Siete per la family bag al ristorante?
Personalmente anche in tempi non sospetti ho sempre ritenuto questa richiesta degna di nota, intelligente e anti speco. Soprattutto sotto forma di doggy bag, per il cane di famiglia (1).
Ebbene, il no waste non frena, di più incalza costantemente passando dagli avanzi in cucina (2), a una maggiore attenzione alla data di scadenza, alla spesa a chilometro zero (3), ai detersivi sfusi etc... Tutti segnali forti che rivelano come oltre 7 italiani su 10 (71%) nel 2018 hanno diminuito o annullato gli sprechi alimentari, secondo un’indagine Coldiretti/Ixe’ presentata in occasione della giornata mondiale dell’alimentazione promossa a livello globale dalla Fao.
Gli sprechi domestici, secondo la Coldiretti, rappresentano in valore ben il 54% del totale e sono superiori a quelli nella ristorazione (21%) (4), nella distribuzione commerciale (15%), nell’agricoltura (8%) e nella trasformazione (2%) per un totale di oltre 16 miliardi che finiscono nel bidone in un anno. Non si tratta quindi solo di un problema etico ma determinano anche – precisa la Coldiretti – effetti sul piano economico ed anche ambientale per l’impatto negativo sul dispendio energetico e sullo smaltimento dei rifiuti.
Vediamo alcune regole/diritti in materia anti spreco ...

1 - leggere attentamente la scadenza sulle etichette
2 - verificare quotidianamente il frigorifero dove i cibi vanno correttamente posizionati (5)
3 - acquistare poco e ogni giorno
4 - scegliere frutta e verdura con il giusto grado di maturazione
5 - optare per la spesa a chilometro zero (5)
6 - creare nuovi piatti con gli avanzi, come la la ribollita toscana per esempio o il risotto giallo al salto o ancora la panzanella e molto di più (in commercio sono diversi i libri di ricette sul tema "recupero per il giorno dopo")
7 - portarsi via gli eventuali avanzi del piatto del ristorante (azione sancita anche dall’entrata in vigore della legge 166/16 sugli sprechi alimentari che “promuove l’utilizzo, da parte degli operatori nel settore della ristorazione, di contenitori riutilizzabili idonei a consentire ai clienti l’asporto degli avanzi di cibo”)
8 - conservare l'olio d'oliva al buio, così come le patate per evitarne il germogliamento
9 - e la frutta? Caramellata o cotta per diventare marmellata o semplicemente in macedonia
10- coté pack, prediligere quando possibile, contenitori food in vetro

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Tempo di primavera. La sentita nell'aria (1)? Certo, il clima benché già più mite, non è ancora però stabile ma il profumo di erba fresca e di magnolia, anche per chi vive in città, inizia a solleticare, facendoci star meglio e invitandoci a trascorrere più ore all'aria aperta.
Ma primavera significa altresì countdown dell'evento più importante dell'anno per chi, come noi, si occupa anche di arredamento e design. Il momento del Salone del Mobile m...

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.