26lug 2018
Firenze - lo street food alla Buoneria
Quando la cucina siciliana è di strada

Metti insieme due giovani siciliani doc e un food truck ed ecco che le prelibatezze made in Sicily a Firenze diventano per tutti. Stiamo parlando del duo palermitano Salvatore Caldo e Luigi La Mantia, che da pochi mesi hanno inaugurato il loro personalissimo (e gustosissimo) street food fatto di arancine palermitane (attenzione! molto diverse da quelle catanesi), pane panelle e crocche, cannoli, pesce spada con caponata di melanzane etc (1 - 2).
Li abbiamo incontrati alla Buoneria di Firenze, di cui abbiamo già parlato il 14 luglio 2018 QUI, dove faranno tappa ogni week end fino a fine agosto, nella terrazza esterna (3) insieme agli altri protagonisti dello street food, ognuno con le proprie peculiarità.
Ma torniamo alla cucina siciliana... Kurò questo il nome dato al truck con il duplice significato di mascotte della squadra di calcio del Palermo e modo di dire locale per appellare amichevolmente qualcuno. Gentilezza e affabilità colpiscono e invogliano in perfetto stile siciliano il cliente "di passaggio". Interessante e soprattutto insolito per il territorio che li ospita, il pannel di proposte  gastronomiche elencate sulla grande lavagna/menù (4): molti degli ingredienti non sono a Km zero. E questa volta è proprio un plus. Così come il cannolo che "è fatto rigorosamente con elementi che arrivano dai migliori fornitori di Palermo" - ci precisa Salvatore. O la farina per fare le panelle, gustose e sfiziose frittelle di ceci, anch'essa proveniente dal capoluogo siciliano. Una vera droga: non si riesce a smettere finché il piatto o cartoccio non langue. L'aggiunta poi di un'abbondante spruzzata di limone le rende ancora più irresistibili. Come da tradizione del cibo da strada, si tratta di un piatto povero, poverissimo, da preparare in un lampo. E dal successo garantito. E poi venne l'arancino... o meglio, l'arancinA, tonda, generosa e soprattutto una vera leccornia, con il ripieno di ragù di carne e piselli o mozzarella e prosciutto cotto. In entrambi i casi, un pasto quasi completo. Un pò meno semplice da realizzare se paragonata alle Panelle, se non altro per la manualità richiesta nel conferire una forma sferica e pulita al prelibato boccone. Anche in questo caso le origini lontane del prodotto sono umili. "Da ragazzino era consuetudine, almeno una volta la settimana, profittare delle arancine appena fritte dalla nonna, dalla zia o addirittura dalla vicina di casa" - ci racconta sempre Salvatore. Oggi quest'abitudine è quasi scomparsa e l'arancina è "rivisitata" in una versione più gourmet. I due gastronomi ci mostrano, durante un divertente e appetitoso show cooking, tutte le fasi di realizzazione dove il riso Ribe o Roma subisce una vera mantecatura, con tanto di noce di burro per un miglior impasto e morbidezza (5 - 6). Non è certo retorica quando si dice che la cucina siciliana, che sia di strada, alta o stellata, è tra le più prestigiose del Belpaese. Unica e ricca di contaminazioni. Ora nella città del Giglio è possibile, da Kurò, nell'outdoor della Buoneria. In pausa pranzo o per una cena "informale" per un cus cus alla trapanese o un pane cunzatu. Astenersi fissati della dieta dimagrante.

Indirizzo : buoneria firenze

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Risate, colori accesi, aria leggera, luce, emozioni condivise, strillo dei gabbiani (1), aperitivo con gli amici, canto delle cicale, sguardi, felicità, piedi nella sabbia, salsa di pomodoro, spirito nomade, la casa che amiamo, una tenda che svolazza, momenti di relax, vino rosato, tavola apparecchiata sotto il pergolato, persiane socchiuse, fingerfood, tuffo dalla scogliera, insenatura, prosciutto e melone, vento caldo, profumo dei pini marittimi, ritmi naturali, letture, fuga dalla città, orizzonte a perdere (2), spirito creativo, sogni sotto l’ombrellone, grigliate, tra...

 

 

SIAL bann it 728x90 distribuzione moderna 002


FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.