13feb 2018
Cosa leggere? Deliciously Ella, semplicemente green
La storia di una rinascita grazie al cambiamento a tavola

Prima di parlarvi di questo manuale di ricette vegetariane e senza glutine “Deliciously Ella, semplicemente green” (1), edito Vallardi, è doveroso fare una premessa sulla storia per nulla banale dell’autrice, la bellissima modella e food blogger inglese Ella Mills. Fino a circa 19 anni è una “divoratrice di dolci” quasi “ossessiva”, con una dieta giornaliera completamente priva di frutta e verdura. “Si raccoglie ciò che si semina”, direbbe la saggezza popolare. E nel 2011 le viene diagnosticata una malattia rara chiamata sindrome da tachicardia posturale ortostatica. In pratica, il sistema nervoso autonomo è fortemente compromesso. Una sfida importante alla quale la giovane donna è costretta a far pronte, prima con ricoveri continui e medicinali a non finire, poi, presa consapevolezza della determinazione a fare la differenza con le proprie forze, decide di adottare una “nuova dieta basata solo su prodotti integrali e vegetali”, escludendo carne, latticini, zuccheri, alimenti contenenti glutine e prodotti vari con additivi.

La svolta è definitiva. In quasi due anni la guarigione, “tutto grazie ai benefici di frutta e verdura”.

Una vera metamorfosi verso la salvezza che oggi condivide quotidianamente attraverso il suo blog  seguito da oltre 5 milioni di follower. Un viaggio che significa anche rivoluzione ai fornelli: un approccio alla cucina diverso e ricco di sperimentazione per escogitare ricette alla portata di tutti (2). Il suo mantra? Facile e veloce. Sì, perché quando torniamo a casa la sera stanchi dopo una giornata di lavoro, è meraviglioso saper preparare in soli “10 minuti” un banchetto gustoso e sano. Ma tutto questo non avviene per magia (e lei lo sa bene); l’organizzazione è fondamentale per mangiar genuino avendo poco tempo (o voglia). La dispensa non deve piangere, mai. La Mills va oltre e propone un Set base da rinnovare ogni 2 mesi circa, pronto all’uso per improvvisare ottimi piatti, in ogni momento della giornata. Ma quali sono questi “indispensabili”? Dall’aceto di sidro di mele, ai cereali, alle farine senza glutine, passando per i legumi (3), latte di cocco e molto altro ancora. Il completo e scorrevole testo include, inoltre, alcuni capitoli su cereali, frutta secca e semi, legumi, smoothie & succhi etc, e poi le ricette. Più di 100. Molte veramente semplici, altre un pò più elaborate ma per nulla “trascendentali”. Tutte appetitose e creative. Dalle frittelle di quinoa alla curcuma, al risotto alla zucca (con riso integrale, paprika, cumino, aceto di sidro di mele e tahina), alla pasta al ragù di lenticchie, all’insalata di cavolo riccio marinato, al plumcake di mele e miele (4).

Ebbene, lo confessiamo... in redazione ci siamo innamorati di questo manuale “green”. Per le molte proposte food naturalmente ma anche e soprattutto per l’esempio di una piccola grande donna la cui forza interiore, spirito di ricerca e voglia di cambiare, l’hanno resa libera. E deliciously Ella.

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Poco tempo fa mi è capitato di leggere un libro molto singolare… “La vita segreta degli alberi” di Peter Wohlleben, edito Macro, 2016 (Pp. 265 - Prezzo 18,60) che racconta storie incredibili sulle facoltà sorprendenti degli alberi (1): l’autore, celebre guardia forestale, ne parla basandosi sia sulle più recenti scoperte scientifiche, sia sulle sue esperienze dirette (2). Gli alberi, silenziosi (o almeno così pensavamo) giganti buo...

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.