14nov 2016
Taersìa, la nuova fragranza
firmata Gabriella Chieffo

Ormai il countdown è iniziato. Un nuovo anno si avvicina, con le sue speranze, tendenze e diktat. E la moda femminile ci regala preview di disegni, geometrie sconnesse, fiori giganti, righe trasversali e scacchiere. Oltre a soprabiti, cappe e mantelle con linee sinuose, per enfatizzare - o celare - con stile. Non solo moda però… anche la bellezza vuole la sua parte, così il tocco finale per ogni donna, dopo il trucco, un colpo di spazzola e un occhio allo specchio sono… due gocce di profumo. Mai senza. Alleato invisibile rappresenta spesso il ponte verso il nostro sé più intimo e nascosto. Andando anche oltre e diventando catarsi e liberazione. Magia dell’universo olfattivo che come tale non indugia né pone confini. Pensiamo all’attimo fuggente in cui tutto può accadere, il destino è ignaro, e l'incontro di due sconosciuti accende il desiderio, l’illusione di un futuro insieme, una trappola meravigliosa e seducente da cui è praticamente impossibile svincolare. Una tempesta di sensi, di anime così come magistralmente espressa nella nuovissima fragranza Taersìa (tempesta in Salentino) (1) di Gabriella Chieffo (2 - vedi anche QUI). Un turbinio di passione, di vento, di colori, di fiori e sentimenti. Una celebrazione del cambiamento, quello pregno di coraggio, che può stravolgere l'intera esistenza.

Taersìa, appunto, fragranza voluttuosa, sofisticata e sensuale. Un bouquet importante racchiuso in un flacone elegante, puro, di una semplicità assoluta e magnifica (3). Si apre con note di bergamotto fresco, esaltate dallo zenzero, per un risultato ancor più stimolante e vigoroso. Immagine olfattiva di una donna un po' sauvage, dalla femminilità naturale e radiosa. La donna Taersìa accoglie, di più… afferra l'amore insperato e dirompente. Il cuore esplode di una voluttà quasi erotica e proibita, grazie alla presenza della tuberosa, che la rende palpitante di vivido piacere. Ma la stessa tuberosa, imprevedibile e insolita, smorza il suo sentore floreale nelle note dell'incenso, caffè e mirra per confluire in un concerto di effluvi ipnotico ed eccitante. Chiudono la piramide i legni i cui aromi avvolgono e appagano, lasciando all'ambra bianca il richiamo di un elegante e persistente seduzione.

Taersìa come le altre fragranze della Collezione 16, è il manifesto di “Donne che fanno paura anche se hanno paura”. Ogni profumo, infatti, è una narrazione a sé, di roghi e di sortilegi, di tempeste e di amori devastanti, o di scelte irrimediabili. Storie di donne che vivono per davvero. E che lasciano il segno. Dentro e fuori di sé. 

 

Articolo redatto in collaborazione con il Naso Dario Panunzio.

1

2

3

Photo Credits

Photo 1 : Emanuele Iuculano

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Cucina mon amour. In Italia, quando si tratta di cucina, si  fa sul serio. D'altronde tutti noi trascorriamo in media un'ora al giorno in quest'ambiente diventato l'emblema della convivialità vera e spontanea (1). Questo è oggi. Ricordo da bambina come la cucina fosse, invece, luogo riservato alla mamma e alle zie. Una sorta di back office, la zona privata della casa, inaccessibile a ospiti o estranei. Da non mostrare. Vocata solo alla produzione dei pasti della giornata. Il cui ingresso doveva essere autorizzato dalle donne di famiglia. Oggi, per fortuna, non è più così,...

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.