Plantulande, azienda leader in Sardegna nei microgreen, sposa la creatività degli chef

Plantulande è l’azienda leader in Sardegna nella produzione di microgreen, giovani e tenere piante, allo stadio iniziale dello sviluppo, molto usate dagli chef semplicemente per decorare o anche per rendere ancora più aromatiche le loro creazioni. I microgreen oltre ad essere belli da vedere, per presentare insalate, antipasti, finger, ed eleganti piatti sono anche un concentrato di vitamine, specie di vitamine A, C, K ed E.
L’azienda Plantulande, situata a Galtellì, in provincia di Nuoro, è interamente al femminile, condotta da Francesca Beccari con le figlie Maria e Silvia Marras, biologa, che da sempre coltiva la passione per ortaggi e frutta. Silvia ha iniziato a dedicarsi a microgreen e a fiori eduli (come viole, primule) relativamente da poco ma riscuotendo molta curiosità e interesse nel mondo della ristorazione sarda.
Il piccolo e attrezzato laboratorio dove vengono coltivate queste straordinarie piantine consente di raccogliere i microgreen, con il loro apparato radicale, tra il decimo e il ventesimo giorno dalla nascita; una volta raccolti possono essere conservati comodamente in frigo da 2 a 4 settimane, e usati alla bisogna. Attualmente le piante più gettonate dai foodie e dagli chef sardi sono pisello, perché di forma suadente, porro, senape e crescione, l’aneto, molto aromatico, e lo shiso (Perilla frutescens), molto bello anche a vedersi.
Naturalmente sono allo studio avanzato microgreen ricavati da erbe spontanee sarde totemiche come finocchietto selvatico, borragine, tarassaco, erba di San Giovanni, e con piante coltivate locamente, come i ceci, targati Sardo Sole, e il farro monococco. Incontra interesse anche l’erba di grano, per guarnire i piatti ma anche perché ha buone proprietà nutrizionali: negli Stati Uniti il succo di erba di grano è considerato un super food miracoloso.
Molti chef sardi hanno provato i microgreen di questa azienda per piatti belli a vedersi e peculiari al palato, arricchiti di questi micronutrienti colorati, che sono anche un concentrato di salutare clorofilla.
Tra i ristoranti dove poter assaggiare i microgreen Plantulande nelle realizzazioni degli chef:
Il rifugio (1), il Portico e Ciusa tutti e tre a Nuoro (2); Bacchus e la Trattoria moderna il Mattacchione (3), entrambi a Olbia; e ancora Essenza bistrot (4), Giano (5) e Dolceacqua a Olbia (6); a Cagliari i ristoranti Chiaroscuro, Sarti del gusto (7), Luigi Pomata; il ristorante Su Carduleu ad Abbasanta, Mamas ristorante di Budoni e il Golden Gate a Bortigiadas.
Altri ristoranti stanno testando la bellezza e la bontà di questi verdi virgulti e Plantulande ci ha promesso presto una nuova galleria con immagini stuzzicanti e molto green, come piace a noi.

1

2

3

4

5

6

7

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Verde, colore della speranza, della vitalità, dell’io, della fertilità e naturalmente della natura (1).
In attesa dell’estate, complice la rinnovata voglia di stare più tempo all’aperto, godendosi il tiepido sole durante i weekend, questo colore che infonde gioia e benessere, alimenta la nostra energia fisica e mentale. Indoor e outdoor, nell’architettura (2) ma anche verde urbano, in centro come in periferia, all’insegna, perché no, di un’ecologia sociale. In tutte le sue declinazioni e sfumature, stimola il desiderio di mettere alla prova il nost...

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.